Costi fissi e calmierati per la rimozione dell’amianto

Servizio di rimozione e smaltimento materiali contenenti amianto

Il Comune di Lumezzane ha approvato con deliberazione n. 141 del 02/08/2016 la convenzione relativa agli interventi di rimozione e smaltimento dei Materiali Contenenti Amianto (M.C.A.) in matrice compatta ed il protocollo d’intesa tra i Comuni di Lumezzane (Ente delegato), Sarezzo, Villa Carcina, Gardone Val Trompia e Marcheno che prevede un’indagine di mercato al fine di individuare Società competenti in materia che offrano prezzi calmierati per la rimozione e smaltimento di materiale contenente amianto.

A tale scopo, nel mese di ottobre, sono state individuate tre ditte e formata una graduatoria che, sulla base di una convenzione comunale, potranno eseguire interventi di bonifica a prezzi stabiliti e calmierati in favore dei cittadini (utenze domestiche e non domestiche) che ne facciano richiesta.

Il proprietario di un edificio o il responsabile dell’attività che vi si svolge (datore di lavoro/titolare di Azienda, Ente pubblico, Amministratore di condominio, etc.) ha l’obbligo di verificare l’eventuale presenza dell’amianto all’interno degli immobili e, se presente, di comunicarlo alla ATS (ex ASL) tramite l’apposito modulo di notifica NA1 e di attuare un programma di controllo e manutenzione.
Qualora, sulla base delle valutazioni effettuate, le condizioni di degrado siano tali da creare una situazione di possibile rischio, è necessario un intervento di bonifica.

La bonifica è un obbligo dei proprietari dei fabbricati, ma, oltre all’onere economico, prevede delle difficoltà tecnico-amministrative per individuare operatori e impianti autorizzati a trattare i M.C.A. tali da disincentivare il loro smantellamento, favorendo così l’abbandono degli stessi sul territorio comunale, con grave danno ambientale e sanitario.

Con le Ditte individuate il Comune ha siglato convenzione che, per i prossimi tre anni, garantisce i seguenti servizi a prezzi fissi distinti per le utenze domestiche e non domestiche che comprendono l’uso di trabattello ed escludono i costi delle altre opere provvisionali (ponteggio e piattaforma mobile):

sopralluogo da parte di un tecnico d’impresa abilitata per la bonifica dell’amianto o di materiali contenenti amianto in matrice compatta e redazione del preventivo per la rimozione e per lo smaltimento, entrambi a titolo gratuito;

redazione e presentazione di un Piano di Lavoro all’ATS (ex ASL) di competenza tramite il servizio telematico regionale Ge.M.A.;

rimozione dei M.C.A. con le procedure operative di cui al punto 3 del paragrafo 7b) dell’Allegato al D.M. 6/9/1994 e con l’adozione delle necessarie ed idonee misure di sicurezza contro il pericolo di caduta dall’alto dai lati prospicienti il vuoto delle coperture o per sfondamento delle lastre;

trasporto dei M.C.A. rimossi ad impianto di smaltimento autorizzato ai sensi del d.lgs. 152/06 con mezzo di Azienda iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali in Categoria 5;

certificazione di avvenuto smaltimento.

Gli interventi richiesti saranno a carico dell’utenza che corrisponderà direttamente alla Ditta l’importo dovuto, in base alle tabella prezzi sottoscritta dalle parti, in cui non sono compresi gli oneri relativi a eventuali altre opere provvisionali e attrezzature (es. ponteggio e piattaforma mobile ecc.) per gli interventi da realizzare a quote superiori a 2 metri dal piano campagna e ogni opera muraria necessaria per la rimozione e opere di ricostruzione e ripristino nonché le relative pratiche amministrative di carattere edilizio.

Nessun onere economico diretto deriverà al Comune sottoscrittore del protocollo dalla stipula della convenzione con l’impresa/e selezionata per lo svolgimento del servizio di rimozione e smaltimento amianto;

E’ fatta salva e impregiudicata la libera facoltà dei cittadini e delle imprese private di rivolgersi ad altro operatore diverso dal soggetto convenzionato, nel rispetto della normativa vigente in materia di gestione rifiuti e smaltimento di materiali contenenti amianto.
Le Ditte convenzionate sono: LATTONERIA CAMUNA SRL, CAFFERATI FRATELLI, A.T. S.R.L.

I costi sono riportati in questa tabella, in formato PDF, suddivisi per utenze domestiche e utenze non domestiche.

amianto-danni

COS’E’ L’AMIANTO
L’amianto o asbesto è un minerale naturale a struttura fibrosa utilizzato da molto tempo per le sue particolari caratteristiche di leggerezza e di resistenza al fuoco e al calore.
Visti gli aspetti sanitari correlati, la Legge n. 257 del 1992, ha vietato l’impiego dell’amianto per la fabbricazione di qualsiasi manufatto.

PERCHE’ E’ PERICOLOSO. E’ pericoloso essenzialmente perché le fibre di amianto molto sottili, tendono a sfaldarsi dividendosi longitudinalmente, rimangono sospese in aria e vengono respirate. E’ quindi necessario ridurre il più possibile l’inalazione e non disperderle nell’ambiente per eliminare il rischio di tumori (principalmente polmone, pleura, laringe).

DOVE SI TROVA? – Lastre di grande formato per rivestimento facciate;
– Lastre per tetti e facciate, lastre ondulate;
– Canali di ventilazione, tubi, condutture di scarico;
– Elementi prefabbricati e articoli da giardino ( es. cassette per fiori, tavoli e sedie da giardino, lastre per tennis da tavolo);
– Rivestimenti di freni e frizioni (in resine composite);
– Guarnizioni di tenuta (in gomma composita);
– Amianto floccato (rivestimento di travi di acciaio e pareti quale protezione antincendio isolamento acustico e termico);
– Pannelli leggeri (rivestimenti antincendio pareti, porte);
– Rivestimenti (pavimenti e pareti);
Stuoie (coibentazione di tubi);
– Mastici antifuoco (canalette di cavi);
– Cartone (isolamento termico, protezione antincendio);
– Materiale per filtri (industria alimentare e farmaceutica);
– Riempitivi (additivo fibroso per adesivi, sigillanti e pigmenti);
– Funi e corde in amianto, nastri isolanti e anelli di tenuta (protezione antincendio in stufe a olio o di maiolica, caldaie e bruciatori di impianti di riscaldamento centralizzati);
– Prodotti tessili (tessuti per tute protettive e indumenti resistenti al fuoco);
– Tessuti e cuscini in amianto (protezione antincendio, barriere antifiamma per canalette di cavi nei passaggi muro).

amianto-no